Pubblicato il: 17 Dicembre, 2019  Visualizzazioni: 1192

Andrea Iannone: il fidanzato di Giulia De Lellis sospeso per uso di steroidi?

Il pilota di moto gp è stato sospeso dalle competizioni per essere risultato positivo all'antidoping

Visualizza Foto

Sta facendo molto rumore l’ultima notizia che riguarda Andrea Iannone. Mentre la fidanzata Giulia De Lellis si gode il successo con il suo ultimo libro, il pilota è risultato positivo ad un test svolto fuori dalle competizioni. Per tale motivo, è stato sospeso per doping, ma lo stop è momentaneo. Il ragazzo, infatti, pare che ricorrerà presto al ricorso insieme alla sua scuderia, l’Aprilia, per venire a capo di questa incredibile faccenda.

Andrea Iannone: il risultato dell’antidoping è positivo

In queste ultime ore, Andrea Iannone è finito al centro dell’attenzione per un motivo tutt’altro che positivo. Questa volta non c’entra la sua relazione sentimentale con Giulia De Lellis, bensì l’altra sua passione: le moto. Il pilota, infatti, sta lottando con un problema che rischia di danneggiare la sua immagine di tale. Non a caso, è risultato positivo ad un controllo antidoping dove sono state trovate tracce di uno steroide anabolizzante. Come cita il comunicato della FIM, la sospensione però è provvisoria. La sostanza è stata trovata in un campione di urine raccolte dopo un test svolto al di fuori delle competizioni durante il round di Sepang del Motomondiale, il 3 novembre in Malesia.

Andrea Iannone: la reazione del pilota

Stando a quanto rivelato sul web, Andrea Iannone procederà con il ricorso per chiarire la faccenda e tornare in pista il prima possibile. Tuttavia, il pilota è temporaneamente sospeso a decorrere dal 17 dicembre 2019, gli è quindi vietato partecipare a qualsiasi competizione o attività motociclistica fino a nuovo avviso. Ai sensi del codice antidoping, può tranquillamente chiedere la revoca della sospensione provvisoria. Al momento, Iannone non ha rilasciato dichiarazioni sui social, ne tanto meno la fidanzata Giulia De Lellis come si pensava che potesse fare. Insomma, pare che solo le prossime ore potranno chiarire il destino del pilota.

E voi, cosa ne pensate?


CATEGORIE