Pubblicato il: 17 Novembre, 2019  Visualizzazioni: 2926

Rosy Abate Le origini del male: Giulia Michelini contro il prequel?

La nota attrice non avrebbe gradito la notizia del prequel del serie per un motivo davvero inaspettato

Visualizza Foto

Dopo la smentita della terza stagione di Rosy Abate è arrivato il clamoroso annuncio del prequel della serie stessa: Rosy Abate – Le origini del male. Come ha fatto sapere Taodue, il nuovo progetto racconterà l’evoluzione della protagonista dai 13 ai 20 anni, motivo per cui Giulia Michelini sarà sostituita da un’attrice più giovane. La notizia ha fatto infuriare i fan poichè quest’ultimi non gradirebbero una Rosy non interpretata dalla Michelini. Stando alle reazioni su Instagram, anche l’attrice pare non aver preso bene la scelta degli autori.

Rosy Abate Le origini del male: Giulia Michelini non ci sarà

Come un fulmine a ciel sereno, Taodue ha comunicato l’arrivo di Rosy Abate – Le origini del male. No, non si tratta della terza stagione, bensì del prequel della serie stessa. Sul profilo Instagram della casa di produzione, infatti, si legge: “La prima stagione sarà di 8 episodi e le riprese partiranno a maggio; la serie racconterà l’evoluzione della protagonista dai 13 ai 20 anni e sarà girata tra Palermo, Milano, Svizzera e New York. Per interpretare il ruolo della giovane Rosy stiamo cercando una ragazza sui 16/17 anni”. Dunque, la serie teen mafia non vedrà Giulia Michelini nel ruolo di Rosy, ma una giovane attrice.

Rosy Abate Le origini del male: la Michelini contro il prequel?

La notizia del prequel senza Giulia Michelini ha scatenato una vera e propria protesta social. I fan della serie, non a caso, hanno puntato il dito contro questa decisione, in quanto, secondo loro, nessuno sarebbe in grado di interpretare Rosy Abate come ha fatto l’attrice per numerosi anni. I commenti di questo tipo sono stati numerosi su Instagram, molti dei quali apprezzati con un like dalla stessa Michelini. Ma non solo, l’attrice ha anche scritto un commento: “Amo i vostri commenti. Grazie ragazzi!”. Insomma, una reazione che fa intendere che neanche la Michelini abbia condiviso molto la scelta degli autori di “continuare” una serie che pareva ormai chiusa.

E voi, cosa ne pensate?

CATEGORIE